Il Castello


Il Comune di Colobraro è proprietario del Castello denominato Carafa, la cui costruzione, secondo alcuni manoscritti del 1787, risalirebbe già all'804 ad opera del barone Antonio Caffo.

Scalinata Castello

Veduta Castello

 Più probabilmente il Castello fu edificato nel  XII sec. e fu dimora di molteplici feudatari che  si susseguirono:
 - dal 1117 Albereda di Chiaromonte, signora  di Colobraro e Policoro, moglie ripudiata di  Roberto Il Guiscardo;
 - dal 1119 il Conte Bertaimo d'Andria che la  donò a Ugone e Margherita, Conti di  Chiaromonte;
 - dal 1270 i signori Angioini Taxino de Iovino e  da questi passò ad Eustachio de Jovenale da  Colobraro;
 - dal 1463 Roberto Sanseverino Principe di  Salerno;
 - dal 1562 Eleonora Comite.

 

 Il Castello, come apprendiamo da Lorenzo Giustiniani, nel 1617 fu acquistato dalla potente famiglia dei Carafa  della Stadera di Napoli con cui avrà una certa stabilità nel potere.

 Carlo Carafa sarà il primo a prendere il titolo di Principe di Colubrano, titolo che la famiglia ha sempre  mantenuto. Nel 1732 la terra di Colobraro passò alla famiglia dei Donnaperna, che furono marchesi fino  all'unità d'Italia; poi il Castello passò ai Brancalasso di Tursi e venne abbandonato andando in decadenza.

Copyright © 2020 Comune di Colobraro • Largo Convento, 1 - 75021 Colobraro (MT) • C.F. 82001290772 • P.IVA 00451000772

Utilizziamo i cookie per personalizzare la tua esperienza di navigazione. Per maggiori dettagli riguardanti i cookie, visita la pagina Cookie Policy. Per esprimere il tuo consenso all'utilizzo dei cookie da parte di questo sito, clicca il bottone qui accanto.